Condividi su

Articoli - Archivio

24/04/2013
CAMBIO DELLA BATTERIA SEMPRE PIÙ TECNOLOGICO

LE NOVITÀ DA EXIDE

Exide in Italia amplia la produzione di accumulatori per le auto dotate di Start&Stop e lancia un tester adatto alla sostituzione delle batterie nelle vetture dei gruppi Volkswagen-Audi e Bmw. Senza tralasciare la formazione

Fabio Quinto

NUOVE BATTERIE, nuovi strumenti per l’officina, nuovi corsi di formazione: sono le tre novità presentate da Exide, l’azienda americana che ha in Italia, a Romano di Lombardia (Bergamo), uno dei suoi stabilimenti principali. Cominciamo dalle batterie: con un investimento di 25 milioni di euro, la multinazionale ha ampliato la capacità produttiva dell’impianto lombardo, portandola a 1,5 milioni di batterie Agm (Absorbent Glass Mat). Viene così potenziata la produzione di questo tipo di prodotto, adatto alle automobili di gamma medio-alta (sono state scelte da Bmw, Volkswagen, Peugeot, Citroën, Renault, Land Rover e Jaguar) dotate di sistema Start&Stop e Regenerative breaking (Micro-Hybrid), ovvero il sistema di ricarica che si attiva a ogni frenata. Rispetto a un prodotto standard, queste batterie hanno una resistenza al ciclaggio tre volte maggiore. Al loro interno l’acido non è presente allo stato liquido, ma è completamente assorbito da speciali separatori delle piastre in lana di vetro. Exide, che detiene in Europa una quota di mercato del 41% nella produzione di batterie adatte a sistemi Start&Stop, offre però anche accumulatori di tipo Ecm (Enhanced Cycling Mat). Adatti cioè a vetture della gamma media dotati di Start&Stop in cui l’acido al loro interno è contenuto in stato liquido come nei prodotti standard. Questa tecnologia è stata scelta dal gruppo Fiat, Toyota, Volkswagen, Skoda, Peugeot e Suzuki. In questo caso la resistenza al ciclaggio è due volte maggiore rispetto alle normali batterie.
Ma non è finita: Exide ha anche varato una nuova linea di batterie per il mondo truck, adatte ai nuovi camion Euro 6. Per fare posto ai sistemi di post-trattamento come Scr, Egr e filtri antiparticolato, in alcuni modelli le batterie sono state infatti spostate nel retrotreno, in corrispondenza del secondo asse, nel caso dei trattori stradali. Un’area, in ogni caso, soggetta a una grande quantità di vibrazioni. Per questo l’azienda ha lanciato una nuova gamma di batterie Hvr (High Vibration bration Resistant), dotate di sistema anti-vibrazioni, che consiste in una serie di accorgimenti strutturali posti all’interno dell’accumulatore. Le batterie sono infatti dotate di monoblocco rinforzato con bloccaggi laterali, gruppo piastre ancorate al fondo tramite una resina di bloccaggio, connessioni rinforzate con appositi Pin. E poi ancora un inserto plastico disegnato per garantire un bloccaggio 3D del gruppo piastre e l’immobilizzazione dell’inserto plastico mediante resina e il fissaggio laterale del gruppo piastre con tasche bloccate dalla resina dopo l’inserzione.
Sul fronte delle strumentazioni da officina, Exide ha lanciato il nuovo tester BRT-12, un dispositivo adatto all’azzeramento degli errori segnalati dalla centralina durante la sostituzione delle batterie di auto Volkswagen-Audi o Bmw. Si tratta di uno strumento adatto alle officine che non dispongono di un’apparecchiatura di autodiagnosi: il 25% secondo le ricerche di mercato condotte da Exide. Con BRT-12 le officine possono quindi avere un’alternativa a basso costo. Non solo: lo strumento è adatto anche a coloro che già posseggono un dispositivo di diagnosi, che però non intendono “scomodare” per la sola sostituzione della batteria.
“Oggi – sottolineano i tecnici Exide – non è più come prima: sostituire una batteria può risultare un’operazione tutt’altro che banale. Nelle vetture più moderne, la batteria è vincolata strettamente al sistema di distribuzione della potenza e alla centralina elettronica. È così quindi che quando si deve sostituire una batteria, bisogna tener conto dell’impatto che ciò ha sulla centralina e sull’eventuale sistema di Start&Stop, quando presente”. Alcuni costruttori, come il gruppo Vokswagen-Audi, possono richiedere al momento della sostituzione della batteria, l’inserimento di un codice; per altri (Bmw), invece, si può manifestare un messaggio di errore quando la batteria viene sostituita e tale messaggio permane finché il sistema non viene aggiornato con l’avvenuta sostituzione. Il tester BRT-12 ha dimensioni compatte (sta comodamente nel palmo di una mano) ed è protetto da un guscio in gomma. Ha un display Oled ad alto contrasto e 6 pulsanti che consentono il controllo totale di tutte le operazioni. Si collega tramite la presa Obd della vettura, per cui non è necessaria un’alimentazione esterna. È sufficiente poi seguire passo passo le indicazioni che appaiono sul display. In questo modo BRT-12 consentirà sia di inserire i codici qualora necessario, sia di azzerare tutti i messaggi di errore, resettando le memorie delle centraline coinvolte e riconfigurando il sistema, inserendo le informazioni della nuova batteria e visualizzandone i dettagli. BRT-12 è stato, inoltre, configurato per ricevere aggiornamenti nel caso in cui altri costruttori dovessero richiedere l’introduzione di codici o l’azzeramento delle spie per la sostituzione della batteria. Per gli aggiornamenti, sarà sufficiente collegare il tester al computer e scaricarli gratuitamente via internet.
Terzo e ultimo tassello delle novità di Exide, la formazione. L’azienda ha infatti presentato Exide Academy, un programma formativo specifico per il business batterie. Il programma, sviluppato a livello europeo, comprende sia argomenti commerciali come l’accrescimento della redditività della propria officina, che supporti tecnici, come quelli legati alla tecnologia Start&Stop. Come supporto Exide Academy utilizza l’iPad messo a disposizione dei formatori. L’utilizzo di questo strumento, collegato in modalità wireless al proiettore, consente di rendere il corso totalmente interattivo: in qualsiasi momento, cioè, si può passare da una sezione all’altra del programma di training, approfondire un argomento selezionando un’icona e ingrandire l’immagine di un prodotto, facendola ruotare in tutte le direzioni. “Vogliamo offrire un’esperienza formativa davvero coinvolgente, e l’iPad lo rende possibile” dichiara Federico Montessori, direttore commerciale divisione Transportation di Exide. “I clienti potranno visionare attentamente il materiale nella sua totalità, oppure consultarlo rapidamente per trovare risposte ai quesiti più frequenti. Stiamo dando loro la possibilità di scegliere con la massima indipendenza possibile il percorso di apprendimento che preferiscono con un supporto tecnologico innovativo, oltre a offrire le competenze per accrescere il business batterie della loro azienda”.

torna all'archivio