Condividi su

Pneurama Weekly

06/07/2018
Bosch, posata la prima pietra della fabbrica del futuro a Dresda

La prima pietra posata a Dresda è una pietra miliare importantissima per la costruzione della fabbrica di wafer di ultima generazione del Gruppo Bosch. Si prevede che i lavori termineranno verso la fine del 2019, quando si darà inizio all’installazione dei macchinari produttivi. Dopo Reutlingen, lo stabilimento di Dresda è la seconda fabbrica di wafer del Gruppo Bosch in Germania. Con esso l’azienda mira ad ampliare la propria capacità produttiva e quindi a migliorare la propria competitività sui mercati globali.

 

"Stiamo posando la prima pietra della fabbrica di wafer del futuro e con essa stiamo creando le basi per migliorare la qualità della vita delle persone e la loro sicurezza sulla strada – ha dichiarato Dirk Hoheisel, membro del Board of Management di Bosch, durante la cerimonia formale a Dresda –. I semiconduttori sono la tecnologia chiave per l'Internet delle cose e la mobilità del futuro. Se installati nelle centraline elettroniche delle automobili, per esempio, consentono una guida autonoma efficiente e la massima protezione del passeggero".

 

I semiconduttori sono circuiti integrati piccolissimi con strutture misurate in frazioni di un micrometro. Per produrli è necessaria una procedura altamente automatizzata e molto complessa, composta da diverse centinaia di singoli passaggi. La fabbricazione di chip semiconduttori inizia sempre con un disco di silicone, conosciuto come wafer. Più ampio è il diametro del disco, più chip possono essere fabbricati in ogni ciclo produttivo. Questo è uno dei motivi per cui la nuova fabbrica di Bosch si dedicherà alla produzione di wafer da 300 mm.

 

I semiconduttori vengono utilizzati in un numero sempre maggiore di applicazioni in riferimento all’Internet delle cose e alle soluzioni di mobilità. Secondo Gartner, la società specializzata in ricerche di mercato, le vendite di semiconduttori nel mondo sono aumentate di circa il 22% solo nel 2017. Dopo la fase di lancio, la produzione pilota avrà inizio con tutta probabilità alla fine del 2021.

 - Archivio

torna all'elenco