Condividi su

Articoli - Archivio

27/04/2012
BELLI FRESCHI

MONDO TRUCK

Con l’avvicinarsi dei mesi estivi, si ripropone il problema della climatizzazione della cabina del camion durante le soste, soprattutto quelle notturne. Ecco quindi che può essere utile dotare il proprio veicolo di un condizionatore da sosta

Fabio Quinto

CON L'AVVICINARSI dei mesi estivi, si ripropone il problema della climatizzazione della cabina del camion durante le soste, soprattutto quelle notturne. Un’operazione che di certo non può essere eseguita con l’impianto del veicolo, che funziona solo con motore acceso. Il che, oltre a essere rumoroso, inquinante e deleterio per i consumi, in alcuni paesi europei è addirittura vietato. Ecco quindi che può essere utile dotare il proprio veicolo di un condizionatore da sosta. Non si tratta, però, solamente di una gentile concessione fatta dall’azienda ai propri autisti, è un’operazione che conviene: uno studio commissionato da Mercedes-Benz dimostra, infatti, che conducenti rilassati guidano in maniera più economica, risparmiando circa 1 litro di carburante ogni 100 km. E quasi la metà degli incidenti stradali in cui rimangono coinvolti i mezzi pesanti sono causati proprio dal sovraffaticamento dell’autista. Certo, nel valutare il rapporto costi-benefici di un condizionatore da sosta molto dipende dal modello che si sceglie di installare sul proprio veicolo. I protagonisti di questo mercato sono aziende come le tedesche Webasto e Waeco e l’italiana Autoclima.

Siamo andati a vedere da vicino come nasce l’ultimo modello che ha debuttato su questo mercato, il Cool Top Vario della Webasto. “Nei mesi estivi – secondo quanto riferiscono i tecnici della Webasto – la temperatura ideale per dormire in cabina è compresa tra i 18 e i 20°C, con una circolazione d’aria priva di correnti”. Con questo obiettivo è nato quindi Cool Top Vario, che dispone di una capacità di raffreddamento di 1000 W, con un guadagno del 10% circa in potenza refrigerante rispetto ai modelli precedenti. Il climatizzatore è formato da un compressore, un condensatore, una valvola di espansione e un evaporatore. Il principio di funzionamento di Cool Top Vario è semplice: all’aria non viene aggiunto del freddo, ma viene sottratto il calore. Il climatizzatore può essere comandato a mano dal pannello Lcd installato nella cabina di guida, oppure utilizzando un telecomando. Oltre al comando manuale, è possibile impostare altre due modalità operative: in modalità auto, compressore e ventola vengono comandati automaticamente per raggiungere la temperatura desiderata impostata. Appena la temperatura all’interno della cabina di guida ha raggiunto il valore definito, il compressore si ferma automaticamente e resta attiva solo la ventilazione. Appena la temperatura sale oltre la soglia desiderata, il compressore si riattiva. In alternativa è possibile programmare la modalità auto in modo che, dopo 20 minuti, passi automaticamente in modalità eco: qui viene attivata solo la regolazione della temperatura tramite il compressore e non, come normalmente avviene, con la ventola. Poiché, in questa modalità, il compressore funziona a una velocità ridotta, anche il consumo energetico dell’impianto scende a meno di 13 A. La modalità eco può essere impostata anche direttamente dal conducente. In entrambi i casi è sempre possibile impostare a mano la temperatura desiderata. Il climatizzatore dispone anche di una funzione timer che spegne automaticamente la climatizzazione dopo un tempo preimpostato che può andare da mezz’ora a quattro ore.

La ventilazione può essere regolata manualmente in sei posizioni. La diffusione dell’aria nella cabina avviene attraverso un sistema che prevede tre impostazioni: concentrato, diffuso e comfort. In quest’ultimo caso, l’aria raffreddata viene diffusa in cabina in maniera uniforme, senza la creazione di correnti d’aria. Benché il climatizzatore indipendente sia alimentato dalla batteria del veicolo, i conducenti non devono temere che, dopo una sosta di riposo prolungata, il motore non parta più. Cool Top Vario è provvisto di un sistema di spegnimento che interviene appena la batteria raggiunge una tensione minima. A seconda della capacità della batteria, della temperatura esterna e dell’intensità dell’irradiazione solare, Cool Top Vario può raffreddare la cabina di guida per una durata fino a 10 ore, prima che intervenga il dispositivo di protezione della batteria.
Fin qui, dunque, le caratteristiche del prodotto. Ma come si installa un condizionatore da sosta? Due sono le possibilità a disposizione: retrocabina oppure a tetto, sfruttando la botola del veicolo. Il nuovo Cool Top Vario di Webasto è montabile esclusivamente a tetto. L’installazione avviene in circa 2-3 ore: si comincia con il rimuovere la botola; si issa il climatizzatore sul tetto del camion dall’esterno (utilizzando, ad esempio, un carrello elevatore) e lo si colloca sulla botola. Dall’interno della cabina si fissa poi il dispositivo utilizzando il kit di montaggio in dotazione, uno diverso dall’altro a seconda del modello di camion. In caso di necessità è possibile smontare Cool Top Vario e reinstallarlo su un altro veicolo. Se è un camion di modello diverso, basta semplicemente riacquistare il kit di montaggio specifico.

torna all'archivio