Condividi su

Articoli - Archivio

04/09/2020
Autopromotec la 29° edizione rinviata al 2022

Aftermarket

 

La decisione degli organizzatori di posticipare di un anno l’evento è legata alla necessità di tutelare la filiera. A seguito di questo spostamento, la rassegna biennale rimarrà collocata negli anni pari.

Vittorio Ricci

Autopromotec, la più specializzata manifestazione internazionale di attrezzature e aftermarket automobilistico, ha annunciato lo spostamento di date della prossima edizione, prevista inizialmente a Bologna dal 26-29 maggio 2021, ricollocandosi nel 2022, dal 25 al 28 maggio. Nel cuore della Motor Valley, Autopromotec, appuntamento che da oltre 50 anni riunisce il settore dell’assistenza ai veicoli, ha preso l’importante decisione dopo un’analisi approfondita del contesto economico-sanitario a livello mondiale, avendo come obiettivo primario la tutela delle circa 1.700 aziende partecipanti, di cui il 43% provenienti dall’estero (dati relativi all’edizione 2019), che la scelgono tradizionalmente come vetrina per i propri prodotti e servizi. Lo spostamento di date nel 2022, anno identificato da molti analisti come quello della ripresa economica a livello globale, consentirà infatti alle aziende espositrici di poter investire le proprie risorse economiche in un momento più opportuno, potendo così massimizzare le opportunità di business, da sempre punto di forza della manifestazione bolognese. A seguito di questo spostamento, Autopromotec si svolgerà negli anni pari. “La pandemia da Covid-19 continua a far registrare alti tassi di contagio e perdurano forti limitazioni negli spostamenti a livello internazionale - evidenzia Renzo Servadei, amministratore delegato di Autopromotec. Un’adeguata preparazione da parte di tutti gli attori della filiera è elemento essenziale per realizzare un evento di alto livello, ma l’incertezza quanto all’evoluzione delle misure per far fronte alla crisi sanitaria rende difficile a espositori e visitatori, nazionali e internazionali, la programmazione con largo anticipo”. “Le manifestazioni di interesse da parte delle aziende espositrici raccolte fino a oggi sono in linea con quelle delle edizioni precedenti - prosegue Servadei -. Per accompagnare il settore al 2022, Autopromotec sta lavorando a un progetto digitale, che, nel maggio 2021, supporterà le aziende in vista della ripartenza completa delle attività, mantenendole in contatto con il mercato globale”.

 

 

 

“2022 Autopromotec del rilancio e dell’innovazione”

“La decisione di spostare al 2022 la “grande” fiera Autopromotec, di cui Aica è comproprietaria, nasce da un confronto approfondito con le aziende. L’i-dea è di sfruttare al meglio questo tempo per arri-vare a realizzare nel 2022 una “fiera del rilancio e dell’innovazione”, che troverà le nostre aziende si-curamente più forti. Il momento attuale ci vede alle prese con una situazione molto delicata sia dal pun-to di vista sanitario che economico. In questa fase serve un atteggiamento lungimirante che, partendo da un’attenta valutazione su rischi e opportunità, ci consenta di rimettere in moto l’economia e di sal-vaguardare l’occupazione. Per farlo servono investi-menti sia pubblici che privati per rilanciare la cre-scita, mentre per ciò che riguarda il nostro settore è indispensabile che le aziende accelerino ancora di più sul rinnovamento tecnologico e sulla di-gitalizzazione. Un altro elemento importante per il rilancio del nostro comparto riguarda poi le manifestazioni fieristiche internaziona-li. È auspicabile uscire da questo momento di inevitabile incertezza arrivando a costruire una vera sinergia tra tutte le manife-stazioni espositive, così da muoversi in modo coordinato quando, come è capitato adesso, si verificano degli imprevisti. Collaborare, confron-tarsi, superare i pessimismi è l’uni-co modo per reagire alla crisi”.

torna all'archivio