Condividi su

Articoli - Archivio

09/03/2020
Alliance Tire Group presenta Agri Star II

Mezzi agricoli

 

Il nuovo radiale per trattori si contraddistingue per l’innovativa tecnologia Stratified layer technology una maggiore longevità e un inedito design

Vittorio Ricci

Alliance Tire Group prosegue il suo percorso di espansione, specie sul mercato europeo, investendo su soluzioni sempre più innovative e sullo sviluppo di pneumatici ad alto contenuto tecnologico. E lo dimostra il nuovo radiale per trattori Agri Star II. Il gruppo infatti, che da qualche anno è entrato nell’orbita della giapponese Yokohama Rubber Company, ha il suo core business nella progettazione e produzione di pneumatici destinati al mondo dell’agricoltura. L’ultimo arrivato in casa Atg fissa nuovi standard in termini di prestazioni e di vita utile in tale importante segmento di prodotto. Progettato in stretta collaborazione con agricoltori e rivenditori, il pneumatico Agri Star II è stato studiato per garantire prestazioni sia sul campo sia su strada e una durata maggiore grazie all‘innovativa tecnologia Stratified layer technology (Slt). Non solo. Il nuovo radiale per trattori si contraddistingue anche per un inedito design e una classificazione di velocità D: ovvero la possibilità di viaggiare fino a 65 chilometri orari di velocità. Agri Star II è disponibile in ben 76 misure, in serie 70 e 85, includendo anche dimensioni specifiche e vari indici di carico, così da soddisfare per intero le più svariate esigenze del mercato.

 

Stratified layer technology e nuovo design

Gli ingegneri di Alliance Tire Group, per riuscire a offrire una soluzione ottimale per gli ambienti di lavoro agricoli particolarmente impegnativi, hanno sviluppato una particolare tecnologia: la Stratified layer technology. Ogni rampone è fornito di due strati dal profilo diverso. Lo strato superiore presenta un profilo ad angolazione singola, mentre quello inferiore è realizzato con un profilo ad angolazione multipla che compensa la perdita di prestazioni del pneumatico dovuta all’usura. In combinazione con la scolpitura più aggressiva e con il numero ottimale di ramponi, il susseguirsi di questi due strati assicura ai ramponi prestazioni che si traducono in una trazione sul campo anche dopo un lungo utilizzo e al contempo manegevolezza su strada.

In pratica quando lo strato superiore dei ramponi – circa il 40 per cento della profondità del battistrada – si consuma, entra in azione lo strato inferiore e i ramponi cambiano geometria. Questo nuovo strato offre a sua volta, secondo quanto riferito dall’azienda, una trazione tanto efficace quanto quella offerta da un pneumatico nuovo. La tecnologia Slt ha l’obiettivo di permettere al pneumatico di avere una più lunga durata. “Per i moderni pneumatici agricoli, una lunga vita utile è ormai un fattore indispensabile – spiega Angelo Noronha, Presidente Emea di Alliance Tire Group –. Ma quali sono la qualità e le prestazioni offerte da questa vita utile prolungata? Il nostro obiettivo è riuscire a elevare questa longevità per fornire la massima trazione anche dopo un utilizzo prolungato. Agri Star II offre una capacità di trazione equivalente a quella di un pneumatico nuovo anche dopo un’usura del 40 per cento”. Gli ingegneri di Alliance Tire Group non si sono però limitati alla sola tecnologia Slt, concentrandosi anche sul battistrada e la carcassa. L’elevato volume della gomma al centro del battistrada e la maggiore rigidità della struttura, in combinazione con lo speciale disegno dei ramponi, consentono ad Agri Star II di avere stabilità e aderenza anche su strada, oltre a caratteristiche di antislittamento e di frenata. Questo pneumatico radiale per trattori è inoltre caratterizzato da ampie spalle che proteggono il terreno e il raccolto quando si lavora sul campo e manti erbosi. I pneumatici Agri Star II sono inoltre dotati di una speciale mescola Stubble-Guard la quale garantisce la protezione efficace dai danni da stoppie, mentre la carcassa in poliestere mantiene inalterata la forma del pneumatico nel tempo anche in caso di surriscaldamento per via di condizioni di lavoro particolarmente impegnative. Tutte queste innovazioni fanno il paio con un nuovo design più curato. Il disegno del fianco a 5 lamelle con effetto 3D, la struttura degli stampi rivestita in teflon e il colore “più nero del nero” rendono Agri Star II più riconoscibile rispetto ai suoi predecessori.

torna all'archivio