Condividi su

Pneurama Weekly

13/11/2018
Al via oggi Metanauto: due giorni per discutere il futuro della mobilità sostenibile

Sostenibilità, innovazione e capacità di fare squadra tra imprese sono i tre presupposti su cui sta investendo da tempo la filiera del metano per autotrazione. Lo sviluppo di questo vettore energetico è considerato sempre di più una valida alternativa, viste anche le normative sempre più stringenti sulle emissioni, alle alimentazioni tradizionali. Ed è per questo che riuscire a mettere a sistema le potenzialità del gas naturale – non solo quello estratto ma anche quello prodotto da processi chimici (biometano) – può costituire un vantaggio competitivo. Lo sa bene l’associazione Federmetano che ha organizzato l’evento Metanauto 2018. La manifestazione, arrivata alla sua undicesima edizione, si svolge oggi e domani a Bologna presso il parco agroalimentare FICO Eataly World. In questi due giorni, diversi operatori del settore dei trasporti, rappresentanti delle istituzioni, docenti universitari e imprenditori si incontreranno per tracciare le linee da seguire per consentire un rapido sviluppo della nuova filiera del biometano, del metano liquido (Lng) e del biometano liquido.
“Crediamo che una vera rivoluzione nella conoscenza di questo vettore energetico si possa traguardare solo attraverso un progetto culturale, che passa per una spinta alla comunicazione e al dialogo continuo con le amministrazioni centrali e locali, ma anche con il grande pubblico, con i consumatori. È necessario far comprendere che il metano è la risposta pronta e utilizzabile, per una mobilità sostenibile nel concetto di neutralità tecnologica. Una mobilità ibrida, che deve avere un degno spazio anche per il futuro, così come testimoniato da numerosi studi accademici italiani e internazionali. Il principale motore del cambiamento a oggi sono i committenti delle aziende di trasporto, che desiderano una filiera green certificata per i loro prodotti, ricomprendendo in essa il trasporto che deve essere quanto più sostenibile possibile, a minor Carbon Footprint” sottolinea Licia Balboni, Presidente di Federmetano.

 

Il programma

13 novembre - Lng, la rivoluzione nel settore dei trasporti 
L’utilizzo del metano liquido nei veicoli commerciali pesanti sta trasformando lo scenario dell’autotrasporto. Di Lng si parlerà durante la prima giornata di Metanauto: diversi relatori si confronteranno sui differenti aspetti legati all’utilizzo del metano liquido. Importanti realtà imprenditoriali, che hanno scelto l’Lng per le loro flotte, racconteranno la propria esperienza in merito.

14 novembre - Biometano, la nuova frontiera dell’ecosostenibilità
Il biometano è un’innovazione autarchica: metano ricavato dal riciclo e dal riuso dei prodotti di scarto della filiera agricola in un ciclo di sostenibilità a CO2 nulla. Un esempio virtuoso di economia circolare a cui Federmetano ha voluto dedicare la seconda giornata di Metanauto. A partire dal Decreto interministeriale sul biometano saranno affrontati i molteplici aspetti riguardanti questa fonte di energia ecosostenibile, che è a tutti gli effetti un’eccellenza italiana. In occasione della undicesima edizione di Metanauto sarà predisposta un’area espositiva esterna in cui vedere dal vivo i veicoli delle maggiori aziende di trasporti, alimentati a Lng e biometano.

 - Archivio

torna all'elenco