Condividi su

Articoli - Archivio

27/04/2016
AUTOPROMOTEC CONFERENCE, LE SFIDE DELL'AFTERMARKET PASSANO DA QUI

Stati generali dell’automotive

 

Dal 9 al 10 giugno 2016, a Bologna due giorni di incontri e dibattiti all’Opificio Golinelli dedicati all’industria automotive, imprenditori e top manager, per approfondire e ‘disegnare’ il nuovo orizzonte dell’aftermarket  con relatori italiani ed internazionali, rappresentanti istituzionali e della filiera automotive, che con Autopromotec sentono l’esigenza di confrontarsi

Luca Ricci

 

 

 

In uno scenario in continuo cambiamento, Autopromotec, biennale internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, risponde all’esigenza espressa da partner, operatori, espositori, nell’anno in cui non si tiene il salone, per fare il punto sulla rapida e complessa rivoluzione che sta interessando il comparto.

I nuovi scenari dell’aftermarket automobilistico e le evoluzioni dell’Officina 4.0: questi i temi della prima edizione di “Autopromotec Conference Stati Generali 2016”, l’evento in calendario il 9 e il 10 giugno all’Opificio Golinelli di Bologna.

A meritare la ribalta sono il mondo dell’aftermarket e le sue connessioni con le tecnologie della connettività, il trend che sta cambiando in particolare il mondo dell’auto e delle officine.

Un convegno internazionale, realizzato con il supporto del Mise Ministero per lo sviluppo economico e ITA Italian Trade Agency e in collaborazione con ANFIA e AICA, per approfondire e dibattere nuovi scenari, nuovi paradigmi, nuovi modelli di business dell’aftermarket, un momento di sintesi e aggiornamento rivolto all’industria dell’automotive, ai componentisti, ai ricambisti, al mondo dell’officina, con le testimonianze dei protagonisti del cambiamento.

Autopromotec aggiunge una dimensione ‘conference’ alla sua mission e convoca a Bologna gli Stati Generali dell’automotive, perché?  Perché il settore sta attraversando una rivoluzione epocale con le auto sottoposte a una sfida continua su obiettivi tecnici di miglioramento delle prestazioni in quanto a sicurezza, consumi, connettività. Perché le imprese italiane del comparto hanno l’esigenza di confrontarsi continuamente con gli artefici del cambiamento normativo, tecnologico, organizzativo, commerciale, per adeguare i propri modelli di business nei tempi e nei modi che le dinamiche dei mercati impongono.

Perché Autopromotec è già riferimento qualificato per la sua capacità di creare business, di attrarre operatori, di dialogare con la community dell’aftermarket in Italia e nel mondo. Perché Bologna è cuore pulsante del sistema automotive, per storia, tradizione, realtà produttiva e centralità di eventi espositivi di portata internazionale capaci di attrarre centinaia di migliaia di operatori. La parola chiave dell’evoluzione del settore è connettività: l’Internet of things ne è la dimensione mentre la forza d’urto del processo in atto è tale da condizionare in maniera sostanziale il futuro dell’officina e dei ricambi.

Autopromotec, già interprete e fautore dell’aggiornamento del sistema aftermarket con la rassegna biennale internazionale e con AutopromotecEDU, ora con “Autopromotec Conference Stati Generali 2016”, diventa erogatore qualificato di conoscenza, networking esclusivo, ponendosi come punto di riferimento nazionale e internazionale per il settore.

Non è un caso che il tema del 2016 che gli Stati Generali dell’aftermarket affrontano sia “Officina 4.0”. Dalla telediagnosi ai servizi di connettività, fino alla cyber security con approfondimenti di scenario sulle innovazioni e la testimonianza diretta degli esponenti di governo italiano, della Comunità Europea, di paesi target, di gruppi internazionali, delle società di consulenza, degli imprenditori, dei manager che stanno governando il cambiamento. 

In questo contesto, Autopromotec Conference Stati Generali 2016 si presenta come l’appuntamento italiano dedicato all’automotive equipment e all’aftermarket. Due giorni di lavori per approfondire i temi legati alla mobilità a tutto tondo, dai temi legati alla “Telediagnosi e servizi di connettività. Opportunità e sfide per il servizio, l’assistenza, il ricambio” (9 giugno) per un confronto sul futuro dei servizi di connettività legati all’automobile, fino a quello delle “Dimensioni del mercato e dinamiche competitive. Mondo aftermarket: come evolve la filiera” (10 giugno), con una panoramica delle evoluzioni tecnologiche nel settore dell’auto e per suggerire alla filiera italiana azioni per sviluppare i business nei mercati emergenti.

 

 

Renzo Servadei,

Amministratore Delegato di Promotec

«Dai protagonisti di Autopromotec giungeva forte la richiesta di un evento dedicato all’approfondimento dei temi caldi dell’officina e del ricambio. Il Ministero dello sviluppo economico e le associazioni di categoria, a loro volta, si sono fatte interpreti di queste esigenze di conoscenza e ci hanno sensibilizzato sull’opportunità di organizzare questa prima edizione degli Stati generali del settore. C’è un grande bisogno di confronto, di dibattito e di un’informazione puntuale e precisa sull’evoluzione del settore – prosegue Servadei - Si tratta di scelte strategiche di fondamentale importanza che le aziende sono chiamate a fare nell’immediato futuro per stare al passo con il cambiamento».

 

 

Carlo Ratti,

Professore al Massachussets Institute of Technology di Boston e Direttore del MIT Senseable City Lab

Mobilità SENSEable

«La città di oggi ci permette di ottenere un’enorme quantità di informazioni, che possono essere trasformate in risposte da parte dei cittadini o dei governi. Ci sono diversi esempi che hanno un forte impatto nella vita di tutti i giorni: spreco energetico, sanità, distribuzione del cibo, educazione, traffico, etc… I  dati registrati in tempo reale dalle città ci aiutano a utilizzare in modo più efficace le infrastrutture stradali: abbiamo già macchine che si guidano da sole o reti che ci consentono di non perdere tempo e benzina nel cercare un parcheggio. I veicoli che si auto-guidano avranno un impatto drammatico nella vita urbana, eliminando la distinzione tra mezzi di trasporto pubblico e privato. La “tua” auto potrà darti un passaggio al lavoro in mattinata e poi, invece di aspettarti parcheggiata, potrà dare un passaggio a qualcun altro della tua famiglia – o a qualsiasi altro nel tuo vicinato, nella tua social media community o nella tua città».

 

Autorpomotec Conference - Programma Preliminare - Iscrizioni

torna all'archivio