Condividi su

Articoli - Archivio

24/04/2017
AUTOPROMOTEC 2017 UN'ALTRA EDIZIONE SOLD OUT IN ARRIVO

IL FUTURO DELL’AFTERMARKET IN MOSTRA A BOLOGNA

 

Un progetto reso possibile dalla collaborazione con le più avanzate realtà industriali a livello globale, e che come mai in passato rappresenta la ratio stessa della manifestazione: conoscere il futuro del proprio settore, capire dove e come indirizzare i propri investimenti, confrontarsi con gli altri operatori, per rilanciare e far crescere le aziende, con uno sguardo particolare alle nuove generazioni di meccatronici, che sempre più saranno “nativi digitali”.

Guido Gambassi

Il quadro economico italiano, fra le difficoltà che ancora deve superare, mostra comunque segnali incoraggianti, e gli indici tornano a crescere anche grazie al traino dell’industria automotive. Tuttavia, anche se il settore resta uno dei più solidi in Italia e a livello internazionale, questo non basta di per sé a garantire successo e serenità a tutti gli operatori dell’aftermarket: tante e tali sono le innovazioni tecnologiche che attraversano il comparto – sempre più velocemente, fra l’altro – che è ormai impensabile poter andare avanti senza investire, aggiornarsi per innovare a propria volta l’attività. È ormai alle porte la 27a edizione di Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, dal 24 al 28 maggio a Bologna, e mai come quest’anno la rassegna sarà lo specchio del settore. Questo vale in riferimento alla crescita: anche per il 2017 Autopromotec ha registrato il sold out, ampliando notevolmente gli spazi utilizzati (specialmente per il settore pneumatici), mentre si chiudono le ultime posizioni nei padiglioni gli organizzatori prevedono infatti un totale di 1.800 aziende espositrici, il 41% delle quali provenienti dall’estero, con una crescita complessiva di superficie espositiva e di aziende fra il 10 e il 15%, e una lista di attesa di diverse decine di aziende per alcuni settori merceologici. Anche sul versante visitatori si prevedono cifre ancora in crescita, con particolare riferimento agli operatori esteri, che dovrebbero essere fra i 22 e i 25 mila.

 

L’Officina 4.0 segna la via del futuro

Oltre agli aspetti legati alla crescita, però, Autopromotec 2017 promette di rappresentare al meglio l’industria dell’aftermarket automobilistico anche e soprattutto per quanto riguarda l’innovazione tecnologica. Da sempre lo sviluppo delle nuove tecnologie è un tema centrale per Autopromotec, ma con questa prossima edizione si attende davvero un salto senza precedenti; sarà infatti evidente e tangibile la grande accelerazione che il settore sta compiendo su impulso delle nuove tecnologie: nuovi motori e sistemi alternativi di propulsione, nuovi sistemi di connettività per veicoli sempre connessi e interattivi, le soluzioni di guida semi-automatica, lo sviluppo dei sistemi di diagnosi on board e tutte le ricadute che questi elementi hanno e avranno sull’assistenza auto saranno al centro della rassegna. Per un verso infatti i visitatori troveranno una ricca offerta merceologica in grado di rappresentare lo stato dell’arte delle nuove tecnologie. D’altra parte sarà possibile per il pubblico della rassegna anche vivere un vero e proprio salto nel futuro, grazie all’importante progetto Officina 4.0, sul quale gli organizzatori hanno molto investito: un’installazione interattiva, situata presso il padiglione 30, permetterà di toccare con mano ciò che il futuro sta per portare nelle officine, strumenti interattivi multimediali che integrano realtà aumentata, internet of things e diagnostica telematica offriranno infatti una simulazione a 360° del mondo dell’assistenza auto completamente informatizzata, che andrà ad esplorare i nuovi sistemi e componenti delle auto di domani, gli strumenti operativi e le nuove modalità di interazione fra macchina e servizio. Un progetto reso possibile dalla collaborazione con le più avanzate realtà industriali a livello globale, e che come mai in passato rappresenta la ratio stessa della manifestazione: conoscere il futuro del proprio settore, capire dove e come indirizzare i propri investimenti, confrontarsi con gli altri operatori, per rilanciare e far crescere le aziende, con uno sguardo particolare alle nuove generazioni di meccatronici, che sempre più saranno “nativi digitali”.

 

Un’offerta sempre più specializzata

Superata la forte crescita di richieste di spazi grazie all’aggiunta di nuovi padiglioni nella mappa, gli organizzatori hanno come sempre realizzato una distribuzione dei settori improntata alla massima specializzazione, così da ottimizzare la presenza in fiera dei visitatori. Il percorso espositivo dedicato ai pneumatici vede quindi i padiglioni 20, il 15 (per la prima volta dedicato solo ai pneumatici), il 22 per quanto riguarda la ricostruzione, l’area esterna 42, e si arricchisce con l’aggiunta del padiglione 31, mentre il padiglione 19 sarà dedicato esclusivamente alle attrezzature per l’assistenza ai pneumatici. Troveremo le attrezzature per diagnostica al padiglione 14, e in parte anche nel 30, il padiglione 29 ospiterà le attrezzature per il sollevamento e per officina. Le attrezzature e prodotti per carrozzeria saranno esposte nel padiglione 26 e in parte del 30, mentre il 25 sarà dedicato alle stazioni di servizio e autolavaggi. Uno dei settori cardine della fiera, ovvero quello dei ricambi, componenti e car service, occuperà i padiglioni 16, 18, 21 e parte del 30. Utensili, compressori e attrezzature polifunzionali si troveranno nel padiglione 36, mentre numerose iniziative speciali ed eventi saranno ospitati nelle aree esterne 44, 45 e 48. Presso il centro servizi e nel padiglione 32 si svolgeranno invece i numerosi e importanti eventi di Autopromotec EDU, l’arena di incontro e dibattito dei maggiori temi di attualità per il settore, che richiamano a ogni edizione un numero crescente di partecipanti. Torneranno le iniziative speciali Industrial Vehicle Service e Filling Station Equipment, a creare percorsi espositivi trasversali dedicati rispettivamente all’assistenza dei mezzi pesanti e ai prodotti e servizi per autolavaggi e aree di servizio. Importante anche la parte B2B riservata agli espositori, che vedrà la partecipazione di più di 120 buyers provenienti da 25 paesi invitati dagli organizzatori.

 

 

Tutte le informazioni utili

Qualche informazione pratica per partecipare comodamente. Il biglietto di ingresso è gratuito, ed è come sempre riservato agli operatori del settore, per richiederlo basta registrarsi come visitatori nell’apposita sezione del sito di Autopromotec: https://www.autopromotec.com/biglietto. Una volta compilati i campi richiesti e inviata la conferma, il visitatore riceverà il proprio biglietto di ingresso all’indirizzo di posta elettronica indicato. Ma non sarà solo un semplice biglietto di ingresso: per favorire e velocizzare i contatti commerciali in fiera, Autopromotec trasforma il ticket di ingresso in un biglietto da visita elettronico. Per attivare il servizio è sufficiente dare l’apposito consenso nel modulo di registrazione (cliccando il terzo “Sì” che compare nella pagina), in questo modo agli espositori di Autopromotec sarà sufficiente scannerizzare con i propri smartphone il QR code presente sul biglietto del visitatore per acquisire tutti i suoi dati, e restare in contatto con il visitatore anche dopo la fiera. Per agevolare e facilitare l’esperienza del visitatore, torna inoltre la App di Autopromotec in una versione rinnovata e ancora più ricca di contenuti e strumenti: scaricando gratuitamente l’applicazione, disponibile in aprile su iTunes e Google Play, i visitatori avranno sempre a portata di mano il catalogo degli espositori di Autopromotec 2017, la mappa della manifestazione, informazioni e news da parte degli organizzatori, il calendario degli eventi ed incontri di AutopromotecEDU, ma anche informazioni pratiche e servizi per vivere al meglio il proprio soggiorno nella città di Bologna. Per tutte le informazioni su come arrivare, dove dormire e le convenzioni per i voli aerei www.autopromotec.com

torna all'archivio