Condividi su

Pneurama Weekly

03/12/2019
È il team dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna a vincere il premio Michelin Live the Motion - MadeToLast 2019

La squadra composta da Silvia Graziosi, Alessandro Lunari ed Elisa Gamberini ha vinto la finale del concorso per studenti universitari Live The Motion #MadeToLast 2019. La competizione si è svolta presso l'Università Federico II di Napoli, nel complesso universitario di San Giovanni a Teduccio, dove il team vincitore si è aggiudicato il premio Michelin: un finanziamento di 8.000 euro per il progetto presentato, intitolato “Flip the Motion”. Flipbook e fumetto i medium al centro del progetto vincitore, che ha previsto un piano di comunicazione su tre canali: commercial televisivo, campagna social e youtube per promuovere i benefici della strategia Michelin Long Lasting Performance.

L’evento finale durante il quale si sono sfidati di due team finalisti è stato moderato da Valerio Berruti, caporedattore Auto-motori di Repubblica; erano presenti inoltre Leonardo Becchetti, economista e professore ordinario di Economia Politica presso l’università di Roma Tor Vergata (in video), Marco Cattaneo, direttore di National Geographic Italia, Marco Do, direttore della Comunicazione di Michelin Italia, Valerio Sonvilla, Responsabile Prodotto di Michelin Italia.

Nella seconda parte della mattinata le due squadre finaliste hanno presentato, in un tempo massimo di 5 minuti - nella modalità del pitch event -, i progetti di comunicazione attraverso i quali hanno sviluppato le loro idee sul tema “La strategia Michelin Long Lasting Performance: benefici ambientali, economici e sociali”, e su come comunicare e promuovere tra i consumatori i vantaggi dei prodotti che garantiscono una lunga durata nel tempo. Rispondendo alla domanda “Come presentare ai consumatori i benefici della strategia Long Lasting Performance, in modo da orientare le loro scelte di acquisto verso prodotti che mantengano le loro proprietà nel tempo?”, gli studenti, nel ruolo di responsabili della comunicazione e/o del settore innovazione dell'azienda, hanno presentato le loro proposte più innovative e originali, dando visibilità alle sue implicazioni tecnologiche, economiche e sociali. Durante la sfida i ragazzi hanno anche dovuto individuare e dimostrare i benefici ambientali, economici e sociali delle tecnologie alla base della strategia Michelin Long Lasting Performance, oltre a spiegare i motivi etici e pratici che spingono un'azienda come Michelin a garantire una lunga durata nel tempo dei propri prodotti, in questo caso i pneumatici.

L'evento poi si è concluso con la premiazione del progetto vincitore selezionato dalla giuria composta da: Stefano Corgnati (Politecnico di Torino), Josephine Di Chiara (Michelin Italia), Lamberto Tronchin (Alma Mater Studiorum Università di Bologna), Gianfranco Pecchinenda (Università degli Studi di Napoli Federico II).

 - Archivio

torna all'elenco