Condividi su

Articoli - Archivio

04/07/2017
15 ANNI E SENTIRLI... DAVVERO MOLTO BENE

Pneumatici Sotto Controllo

 

Nel proprio stand ad Autopromotec 2017, Assogomma ha celebrato i 70 anni della Polizia Stradale con una serie di iniziative che ricordano l’impegno delle due realtà – legate da quindici anni di collaborazione – a favore della sicurezza stradale e di una crescente consapevolezza del ruolo che il pneumatico può giocare in tal senso

Nicoletta Ferrini

Nell’anno in cui la Polizia di Stato spegne 165 candeline, anche la specialità della Stradale ha un importante traguardo da festeggiare. Nel 2017 infatti la Polizia Stradale celebra i suoi primi 70 anni di vita, 15 dei quali vissuti fianco a fianco ad Assogomma nell’impegno continuo a favore della sicurezza stradale. «Il nostro è un sodalizio di lunga data che ci vede impegnati negli incontri di aggiornamento degli agenti della Polizia Stradale, affinché abbiano gli strumenti conoscitivi necessari per effettuare i corretti controlli sui pneumatici, ma anche nella realizzazione di iniziative specifiche e attività ormai consolidate come ‘Inverno in Sicurezza’ e ‘Vacanze Sicure’», racconta Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma. Il connubio tra la Polizia Stradale e l’Associazione dei Produttori di Pneumatici e in particolare di “Pneumatici Sotto Controllo” (marchio che, dal 2003, vede Assogomma e Federpneus – Associazione Nazionale Rivenditori Specialisti di Pneumatici – impegnate in attività di sensibilizzazione circa l’importanza del pneumatico per la sicurezza stradale) ha contribuito negli anni a fare cultura e anche a individuare pericolose sacche di non conformità.

Ad Autopromotec 2017 (27esima biennale internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, che si è tenuta a Bologna dal 24 al 28 maggio scorsi), Assogomma ha dunque deciso di celebrare contemporaneamente l’anniversario della Polizia Stradale e anche la fortunata collaborazione dell’Associazione con la Specialità.

«La Polizia Stradale è da sempre con noi ad Autopromotec anche perché cogliamo quest’occasione per presentare i risultati delle nostre periodiche attività – spiega il direttore di Assogomma –. Quest’anno la partecipazione con noi a questa fiera è anche una delle attività inserite nel calendario dei festeggiamenti per il settantesimo anniversario».

 

Tante iniziative per festeggiare ma anche per riflettere

Nello stand Assogomma all’interno del padiglione 15 – che quest’anno era interamente dedicato ai pneumatici, accogliendo tutti i costruttori e i rivenditori mondiali di prodotti (nuovi e ricostruiti) e cerchi – per l’intera durata della fiera, è rimasta allestita una speciale mostra fotografica dal titolo “La Polizia che ti aspetti”. Attraverso gli scatti – alcuni dei quali inediti – realizzati dal celebre fotografo Massimo Sestini, i visitatori del salone potevano ripercorrere visivamente alcune delle tappe salienti della storia della Polizia Stradale. In un’area della “Tyre Arena” al centro del padiglione 15, immediatamente adiacente allo stand dell’Associazione, la Polizia Stradale ha inoltre rappresentato virtualmente alcune fedeli ricostruzioni di incidenti stradali, imputabili proprio alla mancata cura oppure alla scarsa manutenzione dei pneumatici.

La comunione di intenti, valori e ideali che da quindici anni caratterizza il rapporto tra Assogomma e Polizia Stradale ha poi trovato piena visibilità e approfondimento nell’ambito del convegno “Prodotti sicuri e rispetto delle regole: le sfide di un mercato globale. La filiera dell’automotive e le Istituzioni illustrano il fenomeno cercando risposte praticabili e efficaci”, organizzato da Assogomma e Federpneus, che si è tenuto il giorno 26 Maggio e che riguardava il rispetto della legge come elemento fondamentale per garantire la sicurezza stradale. Nell’ambito dell’incontro, i rappresentanti di sei associazioni di categoria della filiera automotive – oltre ad Assogomma e Federpneus, AIRP (Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici), Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), Asconauto (Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto) e Assoruote (Associazione Italiana Produttori Ruote) – hanno affrontato il tema focalizzandosi, in particolare, sulla questione della contraffazione dei prodotti. «È un grave problema con un duplice impatto, – dice Bertolotti – il primo e più importante riguarda la sicurezza dei mezzi e soprattutto delle persone che si muovono sulle nostre strade. La mancata osservanza della legge crea però anche una allarmante distorsione della competizione sul mercato, penalizzando così le imprese che operano con correttezza e professionalità».

Dubbi e preoccupazioni sullo “status quo” sono quindi successivamente stati proposti nel corso della tavola rotonda che ha visto la partecipazione di Roberto Sgalla, direttore centrale delle Specialità della Polizia Stradale, Ferroviaria e delle Comunicazioni e dei Reparti Speciali della Polizia, Maria Preiti, direttore Area Antifrode Emilia-Romagna/Marche Agenzia delle Dogane, e Gennaro Vecchione, comandante Unità Speciali Guardia di Finanza. Sono state presentate una serie di irregolarità molte delle quali riscontrate nelle transazioni via internet, sia in termini di non rispetto delle normative tecniche, sia per quanto attiene alla disciplina fiscale: «acquisti effettuati per nostro conto (B2B) di pneumatici attraverso noti portali hanno evidenziato non conformità sui marcaggi e sull’etichetta, come pure assenza di versamento di contributo ambientale previsto e presunto mancato pagamento di IVA (IVA compresa)» – illustra il direttore di Assogomma –. Una situazione che purtroppo si sta diffondendo, che può produrre effetti negativi sulla sicurezza stradale e danni ai soggetti che operano correttamente. Durante l’incontro, ai rappresentanti delle Istituzioni è stato dunque chiesto quali soluzioni sia possibile mettere in atto per risolvere un così grave problema che, a dire il vero, non riguarda solo il mondo dell’auto o il comparto pneumatici. «Con questo evento abbiamo voluto mandare un segnale forte alle autorità rispetto a un’esigenza molto generale – dice Bertolotti –. D’altro canto, la nostra prolungata collaborazione con Polizia Stradale è una testimonianza di come, dialogando e lavorando insieme alle istituzioni, si possa fare molto per la sicurezza e il benessere di tutti».

L’impegno di Assogomma al fianco della Polizia Stradale è stato riconosciuto ufficialmente ad Autopromotec 2017: «il nostro rapporto di collaborazione ci ha visti condividere importanti campagne di sensibilizzazione, formazione e controlli – ha dichiarato Roberto Sgalla, consegnando a Fabio Bertolotti un premio per i 15 anni di lavoro –. Il pneumatico, come unico punto di contatto tra il veicolo e il suolo, è determinante per la sicurezza stradale. Il nostro riconoscimento ad Assogomma è per il suo ruolo di interlocutore istituzionale privilegiato a cui la Polizia Stradale fa riferimento per il settore pneumatici, in occasione dei suoi 70 anni a fianco degli automobilisti e degli utenti della strada».

 

 

VACANZE SICURE 2017:

OCCHIO AI PNEUMATICI ANCHE DURANTE LA BELLA STAGIONE

Lo scorso 20 aprile è ripartita “Vacanze Sicure”, iniziativa firmata Pneumatici Sotto Controllo, giunta ormai alla sua quattordicesima edizione. Frutto della storica collaborazione tra Ministero dell’interno Servizio Polizia Stradale e Pneumatici Sotto Controllo, la campagna 2017 porterà a effettuare entro il prossimo 5 giugno più di 10.000 controlli, che si andranno ad aggiungere ai circa 150.000 effettuati nel corso degli anni. Gli interventi della Polizia Stradale si concentreranno principalmente nelle sei regioni oggetto del progetto di quest’anno: Calabria, Emilia Romagna, Puglia, Sardegna, Sicilia e Trentino Alto Adige. I dati raccolti saranno successivamente analizzati secondo il consolidato modello del Politecnico di Torino e i risultati verranno quindi presentati a metà luglio in occasione di una conferenza stampa. Ancora una volta “Vacanze Sicure” accenderà dunque i riflettori sull’importanza di circolare con gomme conformi e in buono stato, ovverosia idonee alla circolazione.  La campagna ha il merito di aver contribuito negli anni ad aumentare sensibilità e livello di attenzione rispetto al tema specifico. Tuttavia, c’è ancora parecchio da fare, come sostengono gli stessi promotori dell’iniziativa: «oltre il 52% degli automobilisti circola con gomme sottogonfiate – illustra Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma – un problema di sicurezza in quanto la frenata si allunga e la sterzata è meno precisa, ma anche un danno per l’ambiente e per il portafoglio visto che i consumi di carburante aumentano fino al 15% e le gomme si usurano in maniera disomogenea e quindi vanno sostituite prima». Per contrastare questa tendenza, secondo Giuseppe Bisogno, direttore del Servizio Polizia Stradale, occorre promuovere un nuovo approccio culturale di legalità: «è importante comprendere che non si tratta solo di evitare la sanzione pecuniaria, in gioco vi è un interesse certamente superiore: la nostra e l’altrui sicurezza».

torna all'archivio