Condividi su

Letto per voi - Archivio

10/11/2014
... E anche in Russia, grazie agli investimenti stranieri

Secondo un rapporto del servizio statistico nazionale, nel 2013 la Russia ha prodotto 350.000 ricostruiti, il 10% in più che nel 2012. Sulla scia di questo aumento, nel settembre del 2012 si è costituita l’ARB (associazione russa delle aziende ricostruttrici), che attualmente comprende numerose aziende. È ora prevista una crescita del 15% sul mercato nazionale nel quinquennio 2014 - 2018, al termine del quale i ricostruiti prodotti annualmente si aggireranno sulle 550.000 unità. Quest’anno la produzione dovrebbe superare, per la prima volta, il 50%. La crescita del settore è stata accelerata dalle iniziative del governo russo, che in anni recenti si è impegnato ad attirare case fabbricanti straniere sul suolo nazionale. Nella prima metà del 2011 il governo ha aumentato i dazi doganali sull’importazione dei ricostruiti, a cui le principali case fabbricanti straniere hanno risposto aprendo stabilimenti in loco già dalla seconda metà del 2011.

 

FONTE: RETREADING BUSINESS 3/2014

 

torna all'archivio