Condividi su

Pneurama Weekly

10/01/2017
Goodyear, un accordo con Tesloop per le auto elettriche del futuro

Goodyear ha siglato un accordo con Tesloop per studiare e progettare le prestazioni dei pneumatici sulla base dei dati generati dal servizio di mobilità interurbana. Tesloop infatti è una società basata in Clifornia che gestisce una flotta, in forte espansione, di trasporto passeggeri su distanze comprese fra le 50 e le 300 miglia, e utilizza vetture Tesla. Dal suo lancio nel luglio del 2015 Tesloop ha raccolto dati per circa 20.000 miglia al mese per ogni veicolo; la prima vettura in servizio, una Tesla Model S del 2015, si appresta a superare le 250.000 miglia, percorse tutte esclusivamente con pneumatici Goodyear. “Facendo leva sulla nostra esperienza nella progettazione di pneumatici, test e gestione di flotte, il nostro obiettivo è di offrire la più avanzata gamma di tecnologie e servizi legati ai pneumatici per la prossima generazione di flotte connesse per la mobilità di passeggeri” afferma Jim Euchner, vice presidente del settore global innovation di Goodyear. “La leadership di tesloop nell’uso di veicoli semi-autonomi, connessi ed elettrici ci permette oggi di guardare nella prossima generazione della mobilità, in cui sarà del tutto normale che un veicolo percorra 250.000 miglia l’anno”.

“Nei prossimi anni, crediamo che tutti i servizi di trasporto passeggeri andranno verso piattaforme di veicoli autonomi, elettrici e potenti” afferma Rahul Sonnad, CEO di Tesloop. “Questo ridurrà drasticamente i costi di trasporto su vettura, ridurrà le miglia guidate e permetterà alle auto di muoversi quasi 24 ore al giorno”.

 

Le nuove attività tecnologiche si concentreranno sulla creazione e messa a punto di modelli predittivi sull’usura del pneumatico tramite sistemi di autoapprendimento basato sul cloud e di analisi predittiva. Un ulteriore obiettivo è quello di creare sistemi basati sui dati per ottimizzare le procedure di manutenzione dei pneumatici.

“In Goodyear sappiamo che la capacità di raccogliere dati in tempo reale sulla strada, le condizioni e le modalità di guida avranno un’importanza crescente nell’ottimizzazione delle prestazioni dei pneumatici per le vetture a guida autonoma,” afferma Euchner. “Con quantità crescenti di dati raccolti da una varietà di sensori sul veicolo e di dati provenienti da internet, c’è un’opportunità senza precedenti di creare una nuova piattaforma digitale in tempo reale che possa aumentare la sicurezza e la portata, abbassando i costi operativi.”

“Con l’avvento della macchina autonoma, connessa ed elettrica, l’automobile sta attraversando la maggiore trasformazione degli ultimi cento anni”, commenta Sonnad. “Più che semplici auto, i nostri veicoli saranno di fatto nodi di una rete di trasporto elettrico completamente digitale. In questo mondo, i pneumatici sono di gran lunga il più importante fattore di costo nella manutenzione continua.”

 - Archivio

torna all'elenco